Falcone, consiglio comunale “aperto” sull’adesione al sistema Sprar

313

I cittadini di Falcone potranno intervenire nel corso del consiglio comunale, indetto per questa sera, per discutere sull’adesione alla rete Sprar. Il sindaco, Carmelo Paratore, ha formalizzato l’invito sia sull’homepage del sito istituzionale, sia sul sua profilo facebook, sia con telefonate ai numeri fissi. “Vi prego quindi di partecipare numerosi vista l’importanza del tema, ha ribadito il primo cittadino. Di fatto è come se fosse stata accolta la richiesta del comitato civico “Passione e Impegno per Falcone”, che ieri, con una nota del segretario, Emanuele Sciagura e del presidente, Francesco Salpietro, indirizzata al presidente del consiglio comunale, Tiziana Da Campo, aveva chiesto che il consiglio si svolgesse in seduta aperta. Avevano chiesto di voler dare massima e tempestiva diffusione dell’”apertura” del consiglio e della proposta di deliberazione, per consentire la massima partecipazione popolare alla seduta. E questo è accaduto. Sciagura e Salpietro hanno avviato questa iniziativa, convinti che si tratti di un tema molto delicato, che impatta direttamente tutta la cittadinanza, libera di esprimere dubbi e perplessità, anche relative all’individuazione e alla collocazione del sito che ospiterà i migranti, anche per scongiurare spiacevoli episodi, come quelli avvenuti recentemente in alcuni paesi limitrofi, ribaltati anche sulla cronaca nazionale. Sulla stessa linea di Sciagura e Salpietro anche il capogruppo di minoranza, Carmelo Caliri, ritenendo necessario conoscere la posizione dei cittadini, prima che il consiglio e poi la giunta proseguano nell’iter dello Sprar.