Gestione della crisi idrica. Il sindaco di Acquedolci replica alla minoranza

240

Non si è fatta attendere la risposta del primo cittadino di Acquedolci alle contestazioni mosse dal gruppo di opposizione sulla gestione della crisi idrica, di cui abbiamo riferito ieri. “Sterili polemiche da cattiva digestione del pesante dato elettorale e degli eccezionali risultati” ha risposto Alvaro Riolo. “Acquedolci è uscito in tempi record dalla crisi, l’erogazione è regolare, le poche utenze critiche, vengono regolarmente e tempestivamente rifornite dalle autobotti comunali, ciò nonostante la gravissima situazione ereditata frutto di decennale inerzia. Il “Navigare a vista” citato dalla minoranza – prosegue il sindaco – ha comportato l’immediata attivazione del campo pozzi, l’avere richiesto ed ottenuto in tempi record l’intervento di ben cinque autobotti del corpo forestale, la disponibilità gratuita di una mega autocisterna ed avere sperimentato la prassi di riempire il serbatoio dell’acquedotto con mezzo gommato invece della consegna alle singole utenze, l’avere immesso in pochi giorni in rete l’acqua dei pozzi privati Scaffidi-La Rosa, e l’avere dato supporto in questi giorni, senza incidere sulla distribuzione ai cittadini, ai comuni di Capri Leone, Gioiosa Marea, Reitano, Mistretta, Motta, S. Agata Militello, provvedendo anche all’Ospedale”.