Raid vandalico a Floresta. 26enne denunciato dai Carabinieri

1307

Ripetuti raid vandalici, posti in essere nella notte del 15 agosto scorso a Floresta. In breve i Carabinieri della locale stazione sono riusciti ad identificare l’autore, un 26enne catanese, già noto alle forze dell’ordine, denunciato in stato di libertà alla procura della Repubblica con le accuse di vilipendio e danneggiamento. I fatti, come detto, nella notte di Ferragosto. Ad essere preso di mira per primo il cimitero comunale, di via Aldo Moro. Qui sono state divelti gli ornamenti delle tombe, distrutte le lampade portafiori ed i vasi in terracotta. Successivamente l’oggetto dell’azione vandalica è divenuto l’edificio che ospita la scuola elementare. Inferriate divelte, porta d’ingresso danneggiata e vetri rotti, le scene che si sono presentate ai militari dell’arma giunti sul posto. I sistemi di protezione hanno comunque impedito l’accesso all’interno della scuola. I Carabinieri, al comando del maresciallo Giovani Pascale, hanno immediatamente fatto partire le indagini, supportate dall’esame delle immagini registrate dalle telecamere del sistema di video sorveglianza comunale. Proprio nei video si è riusciti ad intravedere un uomo che di notte si dirigeva a piedi verso il cimitero, facendone ritorno dopo un’ora. Al campo santo, inoltre, i militari avevano repertato anche tracce di sangue, recuperate su alcune tombe. Elementi che, uniti alla collaborazione di alcuni cittadini, hanno permesso di individuare ed identificare il 26 enne catanese, in vacanza proprio a Floresta. Nei suoi confronti è dunque scattata la denuncia a piede libero.