Fumi dalla discarica. Programmato l l’intervento di somma urgenza

412

Un intervento di somma urgenza per contenere il pericolo di sviluppi di fiamma dovuto alle infiltrazioni di ossigeno che da tempo alimentano la combustione del materiale in fermentazione nella discarica di Mazzarrà Sant’Andrea. E’ quanto deciso nel vertice straordinario svoltosi al comune della Città dei vivai, presieduto dalla commissione straordinaria che sostituisce l’amministrazione, per affrontare l’emergenza causata dalla fuoriuscita di fumi dalla copertura della discarica da tempo sotto sequestro. Alla riunione  hanno partecipato i tecnici dell’Arpa Sicilia, i rappresentanti del Comando provinciale dei vigili del fuoco e dell’Asp di Messina, i tecnici del Comune di Mazzarrà e della TirrenoAmbiente ed il sindaco di Furnari, Maurizio Crimi. In atto, secondo quanto riferito dagli esperti dopo i sopralluoghi, l’emissione risulta circoscritta  all’interno del sito senza apparenti rischi per le aree esterne. Sabato scorso, in particolare, nell’intero comprensorio si era diffuso l’allarme a causa di una folta colonna di fumo che fuoriusciva dal telo che copre i rifiuti dell’invaso di Zuppà. I vigili del fuoco erano prontamente intervenuti escludendo pericoli imminenti di incendio. La situazione viene monitorata costantemente dell’Arpa. Dai prossimi giorni, dunque, sarà attuato l’intervento di somma urgenza il cui costo, stimato in circa 18 mila euro, sarà anticipato dal Comune di Mazzarrà in danno della TirrenoAmbiente. Si procederà, secondo quanto deciso nel tavolo tecnico, al riempimento con terra della zona vuota dalla quale l’ossigeno si infiltra all’interno del corpo della discarica, procedendo a tratti. Successivamente si provvederà a compattare il materiale e quindi al ripristino della copertura.