In autostrada in stato confusionale e senza un braccio. Indaga la Polstrada

7243

La Polstrada ha ritrovato in stato confusionale un ventitreenne romano che vagava tra gli svincoli di Milazzo e Barcellona Pozzo di Gotto, sull’Autostrada A/20. L’uomo era ferito e privo del braccio sinistro. L’arto è stato recuperato dai poliziotti non lontano dal punto in cui è stato avvistato il malcapitato. Subito si è reso necessario il trasporto al Policlinico Universitario di Messina, dove i medici stanno lavorando alacremente per provare a riattaccare l’arto. Gli agenti della Polstrada di Barcellona Pozzo di Gotto hanno avviato le indagini per capire come mai l’uomo si trovasse a vagare in autostrada e soprattutto cosa abbia determinato l’amputazione del braccio sinistro.

AGGIORNAMENTO – Pare che, secondo indiscrezioni, il 23enne romano abbia raccontato ai poliziotti di essere stato a bordo di un autobus di linea proveniente da Roma. Era diretto a Milazzo, dove doveva trascorrere le sue vacanze. Al momento di scendere, si sarebbe però addormentato. Una volta che il mezzo è tornato in autostrada avrebbe litigato con l’autista, chiedendogli di essere lasciato sulla A/20 per poi percorrere a ritroso e a piedi il tratto fino al casello di Milazzo. Qui un veicolo lo avrebbe colpito, mozzandogli l’avambraccio, ritrovato poi dai poliziotti a 40 metri di distanza. La Polstrada, grazie a immagini e a frammenti di autovettura ritrovati sul posto, sarebbe riuscita a risalire all’auto che ha investito il giovane. L’intervento multidisciplinare per tentare di riattaccare il braccio avrebbe avuto invece esito negativo.