Capo d’Orlando, atti di vandalismo alla scuola Furriolo

832

Il plesso scolastico di Furriolo visitato dai vandali. Durante il consueto servizio di controllo, è stata notata l’effrazione della porta posteriore dell’edificio attualmente soggetto a lavori di ristrutturazione e manutenzione straordinaria finalizzati all’adeguamento alle norme vigenti in materia di agibilità, sicurezza, igiene ed eliminazione delle barriere architettoniche.
I vandali, dopo aver bivaccato nei corridoi, lasciando a terra bottiglie e resti dei pasti consumati, hanno aperto gli estintori, rovesciato a terra barattoli di vernice e deturpato alcuni muri. Inoltre, sono state divelte diverse porte delle aule e capovolti gli armadi.

E’ in corso l’inventario dei danni, mentre la ditta che sta svolgendo i lavori e consegnataria dell’area di cantiere, lunedì formalizzerà la denuncia presso la Caserma dei Carabinieri.
Il Vicesindaco con delega alla Pubblica Istruzione, Andrea Paterniti condanna l’episodio: “Un atto inqualificabile, ancora più duro da digerire dopo gli sforzi che l’Amministrazione sta compiendo per ristrutturare l’edificio. Mi auguro vivamente che i responsabili vengano individuati in fretta e siano destinatari di una pena esemplare”.

Sulla vicenda interviene anche la dirigente scolastica Antonina Milici
“Ho appreso, in tarda mattinata, dell’ignobile atto di vandalismo che ha interessato il plesso scolastico di Furriolo , facente parte dell’Istituto Comprensivo n. 2 “Giovanni Paolo II” di Capo d’Orlando, che attualmente dirigo.
Esprimo la mia indignazione per i danni provocati ad uno degli edifici scolastici più belli del Comune orlandino, destinato ad ospitare piccoli alunni di scuola dell’infanzia e di scuola primaria, alunni che attendono già da un paio di anni di poter rientrare nell’immobile, attualmente consegnato alla ditta che esegue lavori di ristrutturazione.
Condanno fermamente tale gesto, auspicando che possano essere individuati e puniti i balordi, privi di senso civico, autori del vergognoso episodio”.