Falcone, uomo colpito da infarto strappato alla morte dal PTE

2751

Deve la vita ad un medico in servizio sull’ambulanza del 118 di Falcone, un uomo di 47 anni che, due notti fa, si è presentato al Pte, con forti dolori al petto. in quel momento stava rientrando l’ambulanza del 118 con tutto l’equipaggio, coordinato dal dottor, Daniele Marino. Visitato il paziente e posta la diagnosi di infarto, l’uomo ha ricevuto subito le prime cure del caso. Di li a poco è stato trasferito verso l’ospedale più vicino attrezzato del servizio di emodinamica; il “Barone Romeo” di Patti ha attivato di recente l’emodinamica, ma è operativa  solo di giorno. Dunque la destinazione è il “Papardo”. Durante il tragitto, da Falcone verso contrada Sperone di Messina l’uomo è andato due volte in arresto cardiocircolatorio e per due volte è stato rianimato dal dottor Marino. Arrivati a destinazione è stato portato in emodinamica e affidato a due cardiologi, i dottori, Pippo Paleologo e Pietro Iannello, che lo hanno sottoposto a rivascolarizzazione miocardica.