Home Attualità Torrenova, 28 sindaci chiedono regole certe sull'invio di immigrati

Torrenova, 28 sindaci chiedono regole certe sull’invio di immigrati

- Advertisement -

Sono stati 28 i sindaci del territorio messinese a rispondere all’invito lanciato dal primo cittadino di Torrenova Salvatore Castrovinci per discutere dell’imminente arrivo di oltre 2000 minori immigrati in strutture che la Prefettura sta reperendo. Dalla riunione è emersa la volontà di fare rete e di chiedere al Prefetto un incontro urgente ufficiale per delineare le linee guida: accoglienza, si  ma anche tutela del territorio. I sindaci sono pronti a dare un contributo all’accoglienza avviando le procedure per gli Sprar in ogni comune.
In sostanza, le amministrazioni non dicono no agli immigrati che invierà la Prefettura secondo il rapporto col numero degli abitanti. Ma pretendono il rispetto della clausola di salvaguardia secondo cui, nei comuni in cui si trovano Sprar, la Regione non potrà mandare altri immigrati attraverso privati secondo logiche di business.
Due settimane fa, alcuni primi cittadini avevano avuto la notizia da parte della Prefettura ed avevano contestato il mancato coinvolgimento degli enti locali in centri messi a disposizione da privati.

- Advertisement -

Più lette della settimana