M5S ed i conti a Brolo. Zafarana: “Subito commissione ispettiva”. Ricciardello ringrazia.

337

“Mutui fantasma da circa 5 milioni di euro, due dissesti finanziari in pochi anni e documenti amministrativi e contabili ancora mancanti. La Regione nomini subito una commissione ispettiva e un commissario ad acta”. E’ la richiesta dalla deputata regionale Valentina Zafarana riguardante il comune di Brolo. Il Movimento 5 Stelle siciliano torna dunque ad occuparsi delle vicende brolesi ma, l’esponente 5 stelle  questa volta, rispetto alle precedenti esternazioni di altri suoi colleghi di partito, punta l’indice anche sulla nota vicenda dei mutui fantasma.
“Quanto emerge dai documenti portati in consiglio comunale, e approvati dallo stesso, se confermato, dipingerebbe un quadro di irregolarità gravissime”,   denuncia la deputata. “Mandati di pagamento che risultano nella contabilità del comune e intestati a beneficiari diversi rispetto ai mandati in possesso del tesoriere, o ancora, mandati a favore del responsabile dell’area economico-finanziaria e del personale appartenente all’ufficio ragioneria, privi di qualsivoglia legittimazione, e quindi, mandati di pagamento a favore di associazioni a titolo di contributi vari imputati a capitoli non pertinenti e privi di atti amministrativi che li autorizzino o, addirittura, mancati versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali”. La Zafarana cita espressamente l’inchiesta, riferendosi ad  “assunzioni di mutui, tra il 2008 e il 2012, per opere non previste nei documenti di programmazione amministrativo-contabili, né mai peraltro interamente realizzate, ma, tuttavia quasi integralmente erogati. Stiamo parlando – afferma –  di mutui “fantasma” dal valore di circa 5 milioni di euro. Tutto questo – ribadisce la deputata – è messo nero su bianco nella proposta di deliberazione a firma della responsabile dell’istruttoria Grazia Catena Curasì e dell’assessore al bilancio Gaetano Scaffidi, poi approvata dal Consiglio Comunale, senza che nessuno in Regione battesse ciglio”. Infine la richiesta della nomina urgente di “una commissione ispettiva presso il Comune di Brolo, al fine di accertare in maniera inequivocabile, nell’interesse esclusivo dei cittadini, lo stato dei conti pubblici dell’Ente. Inoltre – conclude Zafarana –  sarebbe opportuno indicare un commissario ad acta al fine di redigere e far approvare i documenti amministrativi e contabili ancora mancanti”.
“Accogliamo con sincero compiacimento la decisa presa di posizione dell’onorevole Valentina Zafarana, che ringraziamo per aver riproposto all’attenzione delle autorità regionali ciò che da anni noi abbiamo denunciato e messo per iscritto, in tutte le sedi competenti, ad esclusiva tutela ed interesse dei cittadini brolesi”. E’ il commento del sindaco di Brolo, Irene Ricciardello. Abbiamo svolto un duro lavoro per rimettere in carreggiata i conti del comune – conclude la Ricciardello – dovendo inevitabilmente passare dai dissesti. Per il 2013 abbiamo già pronto il bilancio riequilibrato, ed attendiamo che il Ministero nomini l’apposita commissione”.