Precari, la Cgil attacca ancora Ingrillì

381

“Ancora una volta si deve constatare l’ennesima disattesa promessa da parte del Sindaco di Capo d’Orlando, il quale, anche nella seduta del Consiglio Comunale del 17 maggio scorso, aveva assicurato di pagare lo stipendio del mese di gennaio 2017, ai 130 dipendenti dell’Ente a tempo determinato entro il 20 dello stesso mese”. Torna all’attacco Nino Pizzino della Cgil da mesi in prima linea a difesa dei lavoratori precari del comune da mesi senza stipendio. “È passato il 20 maggio- continua Piazzino- a seguire anche il 31 e ad oggi 6 giugno 2017, dello stipendio del fu mese di gennaio così come del 1 milione 265mila euro di contributo regionale, non si ha alcuna notizia. Un’altra promessa istituzionale ad oggi non mantenuta. Inoltre- sottolinea il sindacalista- gli arretrati ancora da dover pagare ai lavoratori sono 5 (da gennaio a maggio) e quindi per quanto ci riguarda, la vertenza rimane ancora aperta ed irrisolta. Pizzino chiede a tutto il Consiglio Comunale di vigilare sui solenni impegni assunti dall’Amministrazione Comunale. “Come CGIL Funzione Pubblica conclude Pizzino-  non possiamo non confermare la nostra determinazione a chiudere positivamente tale vertenza allorquando saranno rispettati tutti i diritti dei lavoratori, primo fra tutti, quello del regolare pagamento dello stipendio, dell’emissione delle buste paga e del versamento dei contributi previdenziali/assicurativi”