Torrenova, approvato il Prg

362

Si conclude, con il Decreto 62 del 24 maggio scorso,  l’iter di formazione del Piano Regolatore Generale di Torrenova con la definitiva approvazione dell’Assessorato del Territorio Ambiente.  L’approvazione arriva a meno di tre anni e mezzo e ad annunciarlo è il sindaco Salvatore Castrovinci che esprime soddisfazione  per l’ulteriore importante passo avanti fatto per la completa applicazione dello strumento urbanistico redatto  dall’ingegnere Fabio Marino, responsabile  dell’area tecnica del Comune di Torrenova. “Questa data rappresenta la tappa conclusiva di un percorso intrapreso immediatamente dopo l’inizio della mia attività politica – ha dichiarato il sindaco di Torrenova –  e che  conclude nel modo migliore il mio primo mandato”. Un percorso, questo del Piano Regolatore, avviato sul finire del mese di ottobre del 2013 con l’adozione da parte del Consiglio comunale delle direttive generali del PRG e che ha registrato, dapprima, l’approvazione dello schema di massima avvenuta nel mese di novembre del 2014 e, successivamente, l’adozione del progetto di PRG dell’ottobre del 2015. Un iter che ha comportato l’impiego di significative risorse economiche e professionali da parte dell’attuale amministrazione comunale torrenovese. “Dal punto di vista generale l’intero percorso si è sviluppato in perfetta aderenza alle disposizioni normative di settore e in piena conformità alle direttive di sviluppo tracciate dal Civico Consesso. Ritengo, anzi ne sono certo – continua il sindaco – che il progetto di PRG approvato, prima dal Consiglio Regionale dell’Urbanistica ed oggi dall’Assessorato Territorio ed Ambiente interpreti, al meglio delle possibilità, le esigenze e le aspettative della comunità torrenovese”. Infatti, è stato previsto un prudente ed ordinato sviluppo della funzione residenziale, agevolando l’iniziativa privata che, tuttavia, è rigorosamente regolamentata per ciò che riguarda gli aspetti volumetrici dei manufatti realizzabili, sia per le zone di completamento che per quelle di espansione; inoltre, sono state introdotte nuove opportunità localizzative per le attività imprenditoriali presenti nel territorio comunale con l’obiettivo di innalzare il livello occupazionale locale e quindi il benessere della comunità. Da segnalare anche l’individuazione di alcune importanti opere infrastrutturali che, una volta realizzate, saranno in grado di supportare in modo adeguato lo sviluppo socio-economico dell’intero territorio comunale in quanto ne favoriranno la mobilità e l’accessibilità sia interna che esterna ed è stato dato grande spazio alle attrezzature collettive ed alle zone di interesse generale, migliorando la qualità e la dotazione di servizi (specie quelli destinati allo sport ed al tempo libero)con lo scopo di elevare la qualità della vita della popolazione residente.
“Lungi da me peccare di presunzione, non è mia abitudine e mai lo sarà – commenta Castrovinci – ma  posso tranquillamente affermare che,attraverso la realizzazione delle previsioni del progetto di PRG, sarà possibile favorire lo sviluppo equilibrato dell’intero territorio comunale. Desidero esprimere – conclude – particolare apprezzamento al lavoro svolto dall’ingegnere Fabio Marino, responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale, incaricato per la redazione del piano a Dicembre 2013, che – con la consulenza dell’ingegnere Basilio Ridolfo – ha redatto il piano in tempi estremamente brevi,  con grande professionalità e dedizione assoluta”.