Pesca del tonno rosso, sequestrati 3 km di palangaro

996

Due attrezzi di pesca illegali, del tipo palangaro, della lunghezza complessiva di tre chilometri sono stati sequestrati dai militari della Guardia Costiera di Sant’Agata Militello nelle acque antistanti i Comuni di Sant’Agata e Capo d’Orlando, ad una distanza dalla costa compresa tra le 4 e le 6 miglia nautiche. Gli attrezzi derivanti erano utilizzati per la pesca del tonno rosso. La pesca e la commercializzazione del tonno rosso è regolamentata da apposite normative nazionali e comunitarie, ne è vietata la cattura, fatta eccezione per le sole unità da pesca espressamente autorizzate dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali nei periodi stabilititi ed in relazione alle quote assegnate ad ogni singolo peschereccio. Inoltre, la “cattura accessoria” del tonno rosso da parte di unità da pesca non espressamente autorizzate, è comunque regolamentata da apposite normative comunitarie e nella misura del 5% dell’intero pescato.