G7 a Taormina, ci siamo. Ecco tutte le misure di sicurezza e le curiosità sull’evento

2028

Tutto pronto a Taormina per l’attesissimo vertice del G7, che vedrà venerdì e Sabato prossimi protagonisti i capi di stato e di governo dei sette grandi paesi del Mondo. Straordinarie le misure di sicurezza nella perla dello jonio, già blindata da settimane. Quest’oggi, invece, è scattato il piano operativo delle restrizioni. Fino a sabato prossimo all’interno dell’area ad accesso riservato potranno transitare esclusivamente le persone ed i mezzi autorizzati in possesso del pass di primo livello, mentre all’interno della zona di massima sicurezza potranno accedere soltanto persone e mezzi con pass di secondo livello. Da mercoledì e fino alla mezzanotte del 27, come da ordinanza del Prefetto, nella zona di massima sicurezza possano accedere solo i pedoni con pass di secondo livello e nessun automezzo, senza alcuna possibilità di deroga. Tutti i cantieri per il lavori sono stati regolarmente completati a tempo di record. In particolare gli interventi hanno visto la  messa in sicurezza del Teatro antico, le due elipiste ed i restauri del Palacongressi e della Villa comunale. Dalla mezzanotte di oggi off-limits anche la zona portuale di Schisò, a Giardini Naxos. Da giorni sono già ormeggiati mezzi della Capitaneria di porto, Guardia di finanza, Vigili del fuoco, Polizia e Marina militare. L’Italia ospita il summit per la sesta volta. La riunione del 2017 sarà guidata dal presidente del Consiglio italiano Paolo Gentiloni. Gli altri leader presenti saranno il primo ministro del Canada Justin Trudeau, il presidente Usa Donald Trump, la cancelliera tedesca Angela Merkel, la prima ministra britannica Theresa May, il primo ministro giapponese Shinzo Abe ed il nuovo presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron. Per l’Unione Europea partecipano il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker e il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk. A Taormina ci saranno anche rappresentanti della società civile, alcune organizzazioni internazionali e i capi di altri Paesi ospiti. L’Italia ha la presidenza di turno del G7 dal primo gennaio al 31 dicembre 2017. Il budget assegnato alla “Delegazione per l’organizzazione della presidenza del G7” è di 37,5 milioni di euro, di cui circa 12,4 per il vertice di Taormina.