Igea Virtus, finisce contro la Cavese una stagione da applausi

183

Finisce qui la straordinaria annata dell’Igea Virtus che chiude con il pareggio a reti bianche dopo i tempi supplementari la semifinale playoff contro la Cavese. In virtù del peggior piazzamento di classifica  i giallorossi sono dunque costretti a riporre nel cassetto i sogni di gloria, lasciando strada ai padroni di casa che andranno a giocarsi la finale per la Lega Pro contro il Rende, che nel frattempo ha eliminato il Gela. L’Igea esce però dal campo di Cava dei Tirreni tra gli applausi dei propri tifosi al termine di una grande prestazione, cui è mancata solo la ciliegina del gol. L’Igea è andata più volte vicinissima a sbloccare il risultato con i vari Pitarresi e Postorino nei tempi regolamentari, poi con Crinò nei supplementari. L’assedio alla porta di Conti non è però bastato e così per l’Igea Virtus si chiude una stagione che non potrà che essere ricordata con grande soddisfazione. La squadra di Raffaele è stata una delle rivelazioni del torneo, sempre nei quartieri alti di un campionato in cui è stata a lungo in testa. Un’annata che ha riacceso anche l’entusiasmo del pubblico giallorosso, che ha seguito in massa la squadra dentro e fuori le mura amiche e che adesso si aspetta grandi cose dalla prossima campagna acquisti. Dopo il meritato riposo, ciò che è certo è che la compagine giallorossa ripartirà dal grande protagonista di questa stagione, il condottiero Peppe Raffaele, già riconfermato a fine match dal presidente Nino Grasso.