San Filippo, Recupero in libertà. Aliprandi resta ai domiciliari

392

Giuseppe Recupero, vice sindaco dimissionario di San Filippo del Mela, torna in libertà. Lo ha deciso il Gip di Barcellona che ha accolto l’istanza dei legali dell’uomo, finito ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta sulle presunte tangenti per il parco commerciale di Archi. La richiesta dei difensori, avvocati Gianni Pino e Tommaso Calderone, ha trovato accoglimento alla luce delle dimissioni di Recupero. Istanza rigettata invece per il sindaco , anch’egli dimissionario, Pasquale Aliprandi, difeso dagli avvocati Carmelo Vinci e Marcello Scurria. La decadenza del sindaco, infatti, non è automatica.   Entrambi gli indagati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere agli interrogatori di garanzia.