Riqualificazione urbana, ecco tutti i progetti finanziati

4130

Sono novantadue i progetti riferiti alla provincia di Messina per oltre 95 milioni di euro inseriti nella graduatoria del programma straordinario ministeriale degli interventi di riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie. Il limite massimo concedibile è stato 40 milioni di euro, la graduatoria si è “fermata” al quarantaquattresimo progetto, che ha raggiunto la cifra di oltre 39 milioni di euro. Per i progetti ammessi e non finanziati – che vanno dal numero quarantacinque al numero ottantaquattro, i rimanenti invece sono stati esclusi – i comuni devono sperare che venga impinguato il capitolo per far scorrere la graduatoria. In testa c’è la sistemazione delle ville comunali Cappuccini e Gaetano Patroniti di Alcara Li Fusi, che ha ottenuto anche la ristrutturazione del centro diurno, poi la riqualificazione di piazza Principe Romeo di Falcone e del complesso residenziale di edilizia economica e popolare di contrada Grazia di San Salvatore di Fitalia; di seguito il verde pubblico attrezzato di contrada Viana a Cresta di Naso, la riqualificazione del quartiere Fondaconuovo di Barcellona e la realizzazione dello Smart Village a Basicò, il recupero di spazi urbani a Frazzanò e Tusa e la valorizzazione della passeggiata del Canapè di Gioiosa Marea. In avanti il primo stralcio esecutivo della zona a mare di Torrenova, la riqualificazione di spazi per il centro servizi sport e infanzia di Longi e del centro storico di Castel di Lucio, la rifunzionalizzazione dell’ex scalo merci di Capo d’Orlando, l’ampliamento dell’immobile destinato a caserma dei carabinieri ed il primo stralcio del lotto di completamento del centro storico di San Marco d’Alunzio, il II° stralcio funzionale del quartiere Casazza di Mistretta, la rigenerazione dell’impianto sportivo delle case popolari di Capri Leone centro e delle aree esterne sportive di via Catapanello di Patti.
Sfoglia l’elenco dei progetti. Quelli fino a 44 sono finanziati, gli altri no.