Tusa, tagli alle imposte locali per 50.000 euro

587

Il consiglio comunale di Tusa ha approvato i piani tariffari  relativi alla gestione del servizio rifiuti e alla gestione del servizio idrico praticando tagli per 50.000 euro per le tasse dei cittadini.
Le nuove misure economiche hanno un comune denominatore: il segno meno, difatti, rispetto all’anno 2016, nonostante siano stati previsti gli stessi servizi è stata ridotta la pressione fiscale.
Precisamente il piano tariffario relativo al servizio idrico – depurativo, è stato ridotto di circa 15.000 euro, mentre quello relativo alla TARI è stato ridotto di circa 36.000 euro. Il Sindaco ha inoltre comunicato che la gara per l’affidamento del servizio rifiuti è in corso presso l’UREGA di Messina che ha già provveduto a valutare le prime offerte.
“Nel momento in cui la maggior parte dei comuni aumentano le tasse – ha detto il Sindaco Angelo Tudisca – a Tusa abbiamo deciso di continuare ad abbassarle, cosi come fatto negli anni precedenti, perché vogliamo dare sempre più slancio all’iniziativa imprenditoriale e commerciale e vogliamo che i cittadini abbiano più respiro e possano utilizzare al meglio e più serenamente le loro entrate. Per fare ciò non abbiamo dovuto eseguire degli interventi di bilancio creativo, ma abbiamo posto molta attenzione ai dettagli, tagliando i costi ed, in particolare, diminuendo la spesa corrente, programmando tempestivamente i lavori di manutenzione avvalendoci di indagini di mercato o di manifestazioni di interesse, usando il mercato elettronico e impiegando il personale in maniera più attenta. Con orgoglio tengo a precisare che più dell’80% dei cittadini e dei proprietari di immobili a Tusa, paga regolarmente la Tares, mentre più del 90% paga le fatture relative al servizio idrico ”.
Inoltre, anche nell’anno 2017, i cittadini di Tusa non pagheranno l’addizionale comunale IRPEF.