Home Attualità Caso Ite Tortorici, scrive il proprietario dell'immobile

Caso Ite Tortorici, scrive il proprietario dell’immobile

- Advertisement -
In riferimento al documento presentato ieri dal gruppo “Uniti per Cambiare Tortorici” scrive Antonino Paterniti Mastrazzo, proprietario dell ‘ immobile dove e’ ad oggi allocato L’ ITE di Tortorici.
Ecco la lettera inviata alla nostra redazione nella quale si contestano le accuse avanzate dal gruppo politico

Posso ribadire che da parte dei coniugi Paterniti – Adornetto ( proprietari dell’ immobile sito in via Garibaldi  in cui è ad oggi allocato l’Ite )  , non vi è ASSOLUTAMENTE STATO ALCUN ” Cambio di Rotta ” .Non esiste alcun documento in merito in cui la ditta proprietaria dell’ immobile revoca la volontà di concedere a titolo di comodato gratuito per l’ anno scolastico 2017/18 la porzione di immobile necessaria per la prosecuzione delle attività didattiche. Aggiungo che quanto dichiaratole dalla consigliera indipendente Cinzia Conti Mica e dal gruppo Uniti per Cambiare Tortorici altro non è che il tentativo di creare confusione in merito alla vicenda, fornendole tutta una serie di false notizie a riguardo .Non si può sostenere realtà fondate su documenti inesistenti . Esorterei  dunque fornisce tali false notizie a rendere pubblico questo  documento di ” cambio di rotta ” da parte  della ditta proprietaria  . Qualora così non fosse e quindi qualora non esistesse alcun documento ,  saranno perseguiti penalmente tutti coloro i quali hanno diffuso queste false informazioni.  Tengo inoltre a precisare che nonostante non fosse nelle loro competenze , in quanto il contratto ha come scadenza il 27 ottobre 2017 ,  i coniugi Paterniti- Adornetto hanno sempre cercato di venire incontro alle difficoltà della ex provincia Regionale avanzando proposte circa la riduzione dei metri quadri dell ‘ immobile , quindi avanzando la proposta di riduzione del canone annuo da 72.000 euro circa ad euro 20.000 , con conseguente riduzione dei metri quadri da 1260 a 480 circa .Tale proposta era stata in primo momento accettata dalla Provincia anche perché il prezzo di locazione di un immobile a tortorici secondo le tabelle OMI va da 3,50 a 4,50 euro mensili al metro quadro ( tabelle forniteci dalla stessa Provincia ) . La ditta affittuaria aveva così offerto euro 4,00 al metro quadro che rientra nei parametri OMI . La Provincia Regionale ha dapprima accettato la proposta degli scriventi , ma in secondo momento tale proposta è stata vittima di uno scorretto gioco a ribasso     in cui L’ Ente ha per ultimo offerto circa la metà della somma . Così operando il Dottor Filippo Romano , Commissario  Straordinario della Ex Provincia Regionale ha creato un grave danno per le casse della ex provincia , continuando così a pagare un canone di euro 72.000 quando invece la ditta proprietaria ne aveva proposti euro 20.000 ( danno per circa euro 150.000) .A ciò tengo ad aggiungere che la scrivente ditta da più di 3 anni non percepisce alcun fitto , nonostante di ciò non si parli…

Antonino Paterniti Mastrazzo

- Advertisement -

Più lette della settimana