Home Cronaca Barcellona, la DDA sequestra immobili di un imprenditore

Barcellona, la DDA sequestra immobili di un imprenditore

- Advertisement -

Su richiesta dei magistrati della DDA di Messina, Angelo Cavallo e Vito Di Giorgio, i Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto, coordinati dal capitano Fabio Valletta, hanno eseguito un sequestro di immobili finalizzato alla confisca nei confronti degli eredi dell’imprenditore barcellonese Michele Rotella, deceduto lo scorso anno. Sotto sigilli tre immobili, intestati alla ditta Ca.Rot. Srl, situati a Messina, in un condominio sul Viale Principe Umberto, all’angolo con la via Dina e Clarenza. Il Tribunale misure di prevenzione ha nominato amministratore dei beni l’avvocato Carmelo Pirrotta di Messina. L’udienza per discutere sulla proposta di misura di prevenzione patrimoniale ai fini della confisca, chiesta lo scorso 13 dicembre dalla DDA, è stata fissata per il prossimo 3 maggio. Secondo gli inquirenti, la società intestataria dei beni sarebbe stata avvantaggiata dal suo rapporto privilegiato con esponenti del clan barcellonese. Dal 2012, all’imprenditore deceduto prima e ai suoi eredi adesso, sarebbero stati sequestrati dai Carabinieri beni immobili e attrezzature per un valore complessivo di 87 milioni di euro. Proprio in quell’anno furono posti i sigilli a immobili di uso turistico a Portorosa, cave e impianti in diversi punti di Messina e beni e quote sociali di due aziende.

- Advertisement -

Più lette della settimana