La Prefettura pronta ad inviare un centinaio di minori immigrati a Capo d’Orlando, Torrenova e Galati Mamertino

4080

Una decisione che sta passando sulla testa delle amministrazioni locali alle quali non è stato ancora comunicato nulla ufficialmente. E’ soprattutto questo, la mancanza di concertazione, a far storcere il muso alle tre comunità locali che, secondo la Prefettura, dovranno presto ospitare oltre un centinaio di minori immigrati non accompagnati, una quarantina per comune.
Le strutture, tutte gestite da privati, sarebbero state messe a disposizione da imprenditori a Capo d’Orlando, Torrenova e Galati Mamertino.
Da quanto trapela, il sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì avrebbe già scritto alla Prefettura ed alla Regione manifestando il proprio disappunto e chiedendo il blocco della procedura e dell’accordo con un ex albergo che è stato sistemato allo scopo.
A Galati Mamertino sembra che gli immigrati arriveranno in una struttura ricettiva della periferia mentre a Torrenova è stata messa a disposizione da un imprenditore di fuori provincia un fabbricato. Anche in questo caso l’amministrazione comunale è pronta a mettersi di traverso per fermare il piano.