Piraino, operativa l’ordinanza di sgombero del “maneggio dei bambini”

576

Diventa operativo lo sgombero del maneggio di contrada Salinà a Piraino gestito dai volontari dell’associazione “Io amo l’equitazione”. La struttura era stata realizzata su un vasto appezzamento di terreno, oggetto di sequestrato disposto, nel 2011,  nell’ambito del procedimento giudiziario a carico di Tindaro Marino, coinvolto nell’operazione antimafia “Pozzo2”. Un’area completamente riqualificata dai volontari dell’associazione presieduta da Franco Cambria, che anni fa avevano creato spazi di aggregazione per i bambini, organizzando attività con il coinvolgimento dei cavalli ospitati all’interno del maneggio. Oltre una decina gli esemplari custoditi nei box, tra cui alcuni sequestrsti nell’ambito dello stesso procedimento a carico di Marino, altri invece alloggiati a seguito di sequestri vari operati dalle forze dell’ordine sul territorio dei Nebrodi. Cavalli molti dei quali giunti in condizioni pessime ma recuperati e rimessi in piena salute grazie alle cure dei volontari. L’ordinanza del Tribunale di Messina che dispone lo sgombero dell’area era stata notificata a Luglio 2016 a seguito di una perizia di grave rischio idrogeologico sull’area interessata. Le proteste (nella foto la manifestazione di alcune mamme la scorsa estate) ed i tentativi di questi mesi di evitare la chiusura sono però risultati vani, così, trascorso il tempo concesso ai gestori per reperire una nuova sistemazione per gli animali, la chiusura è divenuta effettiva. Dopo lunghe ricerche pare sia giunta la disponibilità di massima del titolare di un maneggio dell’hinterland barcellonese ad accoglierli. Espletate le procedure necessarie per il via libera da parte del giudice al trasferimento degli animali, la struttura verrà quindi definitivamente sgomberata.  Un vero e proprio colpo al cuore per i tanti bambini che in quel maneggio avevano trovato occasione per trascorrere momenti di svago e gioia.