Tortorici, parla Rizzo Nervo. Comizio e contrattacco

0
2669

Una protesta esercitata in forme non previste dalla legge. Una situazione aggravata da un dissesto mirato solo a fare fuori l’amministrazione come se un commissario potesse portare sacchi di denaro per sanare tutto. E’ stato un comizio tutto all’attacco quello del sindaco di Tortorici Carmelo Rizzo Nervo che ha scelto la piazza per rispondere all’agitazione dei dipendenti comunali che , senza stipendio da 10 mesi, sono riuniti in assemblea permanente dallo scorso 16 febbraio.
C’era molta attesa per capire quale fosse la posizione dell’amministrazione e Rizzo non ha perso tempo a far capire che la sua Giunta ritiene gli stessi lavoratori responsabili di ciò che sta accadendo.
Ne ha nominati diversi accusandoli di aver rallentato procedure e pratiche. Poi ha giudicato illegittima la loro protesta ed ha ringraziato quelli che non vi hanno aderito e che, grazie al loro lavoro, hanno permesso venerdì di accreditare una mensilità in banca.
Molti dipendenti, che si erano spostati in piazza per ascoltare il sindaco, hanno quindi deciso di voltare le spalle al palco in segno di protesta contro l’amministrazione.
Di seguito le interviste dei rappresentanti sindacali