Non violarono la privacy, assolti coniugi di Capo d’Orlando

1422

La tutela della sicurezza va di pari passo alla tutela della privacy. Per questo il tribunale di Patti ha assolto due coniugi di Capo d’Orlando, Armando Battista, 54 anni e Maria Concetta Castrovinci, difesi dall’avvocato, Cristina Manfredi Gigliotti, perché il fatto non costituisce reato. I fatti oggetto di questo processo sono iniziati nel novembre 2011. I coniugi Battista sono stati denunciati da due vicini, che vivono nella stessa palazzina e sul medesimo pianerottolo. Scoprirono che, nell’appartamento di fronte al loro, i vicini avevano sostituito il normale spioncino di sicurezza con una telecamera. Da qui la citazione diretta a giudizio per violazione della privacy, interferenze nella vita privata altrui. I denuncianti si sono costituiti parte civile con l’avvocato, Carlo Merlo. Nel processo il giudice ha disposto l’assoluzione.