Sanità sui Nebrodi, criticità e proposte. Incontro a Sant’Agata Militello (video)

884

C’è chi è d’accordo, chi assolutamente contrario. Ci sono quelli per cui è un traguardo importante aver mantenuto Mistretta, come ospedale di zona disagiata, e Sant’Agata Militello, presidio di base con quattro specialità fondamentali, e chi invece teme che la nuova ipotesi di rete ospedaliera sia solo un altro passaggio che penalizzi il diritto alla salute per i cittadini dei Nebrodi. Posizioni differenti raccolte al tavolo del confronto questa mattina presso il salone dell’istituto Sacro Cuore di Sant’Agata Militello. Il dibattito è stato curato dal coordinamento dell’area interna Nebrodi insieme al Centro Internazionale Studi Don Sturzo.  All’incontro, cui è intervenuto il direttore generale dell’Asp 5 di Messina, Gaetano Sirna,  hanno preso parte esponenti politici del territorio, alcuni sindaci, medici e personale sanitario ed i rappresentanti sindacali.