Disabili psichici, riparte l’assistenza domiciliare

253

Dopo gli appelli lanciati ai nostri microfoni e la mobilitazione di alcune forze politiche locali, è ripreso il servizio di assistenza domiciliare ai malati psichici da parte dell’Azienda sanitaria provinciale di Messina, che era stato sospeso lo scorso ottobre suscitando numerose polemiche. Da alcuni giorni, pazienti e familiari del Messinese ricevono infatti nuovamente il supporto del personale dell’Asp, che si occupa, fra l’altro, della somministrazione controllata dei farmaci e di accompagnare i malati in carico al servizio ad effettuare le visite mediche. Tuttavia proseguono le difficoltà, poiché si tratta di una ripresa parziale dell’assistenza ,che viene svolta adesso soltanto per 4 ore al giorno, a fronte delle 12 che erano invece previste prima che questa importante attività di sostegno venisse sospesa. In un così esiguo spazio di tempo infermieri, assistenti sociali e medici si ritrovano a dover assistere a domicilio numerosi pazienti, molti dei quali necessiterebbero pure di essere seguiti durante tutto il corso della giornata, sia per l’assunzione della terapia che per lo svolgimento di alcune fondamentali attività quotidiane. Un risultato dunque che lascia contenti a metà, nell’auspicio che presto il servizio di assistenza possa presto tornare a funzionare a pieno regime.