Santo Stefano di Camastra, la Regione accelera per il porto

558

Una rapidità che ha pochi precedenti quella con la quale l’assessorato regionale alle attività produttive, appena 48 ore dopo lo spirare dei termini di presentazione delle offerte  vincolanti relative alla realizzazione e gestione del porto di Santo Stefano Camastra, ha provveduto a convocare le parti interessate e coinvolte nella sottoscrizione dell’accordo quadro di riferimento.
Presso l’ Assessorato si  sono ritrovati, i rappresentanti della Città metropolitana di  Messina, Sindaco , presidente del consiglio e dirigente tecnico del comune di S.Stefano di Camastra ,  unitamente ai vertici degli Assessorati Attività produttive ,Territorio ed Ambiente che per l’occasione saranno coadiuvati dalle competenti strutture di controllo dell’Ispettorato lavori pubblici. E nello stesso giorno è arrivata anche l’adesione , a far parte della compagine dell’APQ,  da parte dell ’Università di Messina. L’incontro è stato promosso col dichiarato intento di mettere a fuoco le priorità d’intervento, i tempi certi di realizzazione , la puntuale allocazione  delle risorse finanziarie  disponibili e le competenze di merito da assegnare a ciascuno degli attori partecipanti all’Accordo di programma.  Nella bozza , il cui contenuto è stato discusso in sede d’incontro, sono contenuti , oltre all’opera principalele, che è il porto turistico, anche l’ampliamento del parcheggio di piazza Liborio Gerbino ed il collegamento dello stesso, via funicolare, con l’area portuale ed ancora, l’adeguamento dell’impianto di depurazione, il lungomare ad est ed a ovest del porto, il collegamento viario con Villa Margi, la trasformazione dell’attuale palazzo comunale in struttura turistico ricettiva e la correlata riqualificazione degli accessi pedonali e carrabili all’area portuale siti lato viale delle palme e lato Porta Messina.
Obiettivo dichiarato è quello di arrivare , ancora prima dell’aggiudicazione della gara ,per la quale è previsto per il prossimo 9 gennaio l’apertura delle buste contenenti le offerte, alla sottoscrizione dell’accordo di programma.