Dovrà pagare oltre 30 mila euro all’Agea

3567

Quel terreno apparteneva al comune di Tortorici e non è risultato che fosse stato concesso. Per questo motivo la corte dei conti – sezione giurisdizionale della Sicilia – ha condannato Sebastiano Costanzo Zammataro, difeso dall’avvocato, Sebastiano Calcò, a pagare oltre 32.500 euro a favore dell’Agea. Le indagini furono effettuate dalla tenenza della guardia di finanza di Capo d’Orlando nel 2012, in riferimento alle campagne dal 2007 al 2010. La citazone a giudizio risale al 14 dicembre 2015. Sebastiano Costanzo Zammataro presentò opposizione a queste richieste, eccependo l’inammissibilità o improcedibilità, per la contestuale pendenza di due giudizi di opposizione ad una ordinanza di ingiunzione al Tribunale di Patti, di seguito la prescrizione quinquennale e che poi i terreni erano sempre stati nella sua piena disponibilità, utilizzati in quanto destinati ad uso civico a favore degli allevatori residenti nel comune di Tortorici, un possesso del fondo, che proseguiva indisturbato e in buona fede da oltre un decennio. La corte, però, ha rigettato queste richieste.