Home Giudiziaria Acquedolci, violazione edilizia . Accolto il ricorso dell'ex consigliere Salerno.

Acquedolci, violazione edilizia . Accolto il ricorso dell’ex consigliere Salerno.

- Advertisement -

E’ illegittimo il provvedimento emesso nel Dicembre 2014 dal dirigente dell’Ufficio tecnico del Comune di Acquedolci con cui si intimava la sospensione dei lavori ed il ripristino dello stato dei luoghi relativamente alle opere eseguite dall’ex consigliere comunale Giuseppe Salerno nel terreno di sua proprietà in contrada Nicetta. Lo ha deciso la terza sezione del tribunale amministrativo regionale di Catania che ha annullato il provvedimento e condannato il comune al risarcimento al ricorrente di 1500 euro oltre alle spese di giudizio ed accessori. La vicenda riguardava una presunta violazione della concessione edilizia  nella realizzazione di un centro per lo svolgimento di attività di fruizione del territorio, valorizzazione delle tradizioni, vendita diretta dei prodotti tipici ed adozione di animali. Proprio in virtù del ricorso presentato al Tar, Salerno incappò in una della cause di incompatibilità con la carica di consigliere comunale che portarono alla sua decadenza dal civico consesso, votata lo scorso mese di Maggio. Secondo il Tar di Catania, che pure ha accolto diverse eccezioni sollevate dal comune, non c’erano  le ragioni di pubblico interesse concreto ed attuale tali da giustificare un intervento in autotutela dell’ente.

- Advertisement -

Più lette della settimana