Gotha VI, il 21 Dicembre l’udienza preliminare

2415

Giunge al vaglio dell’udienza preliminare il sesto filone della maxi operazione antimafia Gotha. Compariranno, infatti, il prossimo 21 dicembre davanti al Gup del Tribunale di Messina Monia De Francesco i 18 imputati finiti nell’inchiesta, sfociata nel blitz dello scorso 3 Febbraio, con cui gli inquirenti hanno ricostruito 17 omicidi e un tentato omicidio a partire dai primi anni ’90. Alla sbarra esponenti di spicco della mafia tirrenica e nebroidea, boss, killer e semplici soldati. Tra loro, Tindaro Calabrese, i due Antonino Calderone, Angelo Caliri, Domenico Chiofalo, Salvatore Chiofalo, “Sem” Di Salvo,  Carmelo Giambò, Giuseppe Gullotti, Pietro Nicola Mazzagatti, ed ancora, Aurelio Micale,Giovanni Rao, Carmelo Trifirò, ed i collaboratori di giustizia Carmelo e Francesco D’Amico, Santo Gullo, Franco Munafò e Nunziato Siracusa. Proprio le dichiarazioni dei pentiti furono determinanti per indirizzare le indagini del Ros e della Compagnia di Barcellona, coordinati dai sostituti della Dda Vito Di Giorgio e Angelo Cavallo. Tra le carte dell’inchiesta Gotha 6, la striscia di delitti consumati tra il 93 ed il 2012, l’ultimo dei quali l’omicidio di Giovanni Isgrò a Barcellona. Una serie impressionante di delitti, rimasti finora irrisolti, che tratteggiano, le spietate logiche di cosa nostra attuate per il ferreo controllo del territorio nell’hinterland di Barcellona e per la risoluzione dei conflitti interni mediante l’eliminazione di personaggi ritenuti scomodi o inaffidabili.