Gotha VI, chiuse le indagini su 17 omicidi

2135

I sostituti procuratori della Dda di Messina, Angelo Cavallo e Vito Di Giorgio, hanno concluso le indagini dell’operazione “Gotha VI”, scattata all’alba del 3 febbraio scorso. Nell’inchiesta cui risultano indagate 18 persone, 5 delle quali attualmente transitate nelle fila dei “collaboratori di giustiazia”. L’inchiesta ha fatto luce su 17 omicidi e un tentato omicidio. Tra gli indagati, i boss Gullotti, Rao, Di Salvo e Calabrese, che nell’ordine si sono succeduti ai vertici della famiglia mafiosa dei “Barcellonesi”, oltre ai cinque collaboratori di giustizia, tra i quali Carmelo D’Amico, che hanno permesso di individuare gli autori di efferati delitti.
Questo l’elenco delle persone per le quali la Procura antimafia si accinge a chiedere l’udienza preliminare: Tindaro Calabrese, 43 anni; Antonino Calderone, 28; Antonino Calderone, 41, inteso “Caiella”; Angelo Caliri, 49; Domenico Chiofalo, 31; Salvatore Chiofalo, 27; Salvatore “Sem” Di Salvo, 51; Carmelo Giambò, 45; Giuseppe Gullotti, 56; Pietro Nicola Mazzagatti, 55; Aurelio Micale, 38; Giovanni Rao, 55; Carmelo S. Trifirò, 44; ed i cinque pentiti Carmelo D’Amico, 45; Francesco D’Amico, 38; Santo Gullo, 53; Franco Munafò, 31; Nunziato Siracusa, 46.