Home Attualità Brolo, scuola al freddo è polemica

Brolo, scuola al freddo è polemica

- Advertisement -

“La scuola di Via Trento resta ancora senza allaccio al metano. Vi sono delle pompe di calore nelle aule ma il resto è privo di ogni forma di riscaldamento, ponendo tutti gli alunni a continui sbalzi di temperatura e a quanto ne consegue”. Lo denunciano i gruppi Cambia-Menti e 360° per Brolo, sulla scia delle lamentele dei genitori, esplose qualche giorno fa. “Iniziato l’anno scolastico si ripresentano vecchi disservizi e se ne aggiungono di nuovi, scrivono i gruppi in una nota, i crescenti malumori di molti genitori ci portano ad affrontare e chiedere una rapida soluzione al problema”. Questa non è la sola criticità mossa all’amministrazione di Brolo. I gruppi di opposizione sollecitano soluzioni anche per il servizio di scuolabus, chiedendo maggiore tutela degli alunni e trasporti più congeniali alle esigenze dei genitori lavoratori. In particolare, si legge nella nota, alcuni alunni, anche di piccola età, sono costretti ad aspettare sul pulmino per circa mezz’ora l’arrivo degli altri alunni per rientrare a casa. Il problema è la mancanza di un autista, a fronte dei tre pulmini esistenti. A stretto giro è arrivata la risposta del sindaco Irene Ricciardello che ha detto che in poco piu’ di 24 ore il problema dello scuolabus è stato, se non risolto del tutto, comunque arginato. “Con la disponibilità della Scuola, modificando appena gli orari d’uscita per alcuni ragazzini- ha spiegato Ricciardello- e assicurando vigilanza all’entrata, il problema dei pulmini è stato risolto”. Anche sul problema riscaldamento. Il primo cittadino tranquillizza i genitori dichiarando che l’impianto è stato fatto ed il collaudo e verifiche effettuate. L’amministrazione è in attesa della sola installazione del contatore ma assicura che prima del “freddo” la struttura di via Trento, in tutti i suoi ambienti, sarà riscaldata a metano.

 

 

 

- Advertisement -

Più lette della settimana