Eccellenza, senza vincitori il big match di Milazzo. Prima gioia per il Rocca, tonfo Torregrotta

199

Termina in parità il big match della quinta giornata di Eccellenza, che vedeva opposti il Milazzo e la capolista Città di S.Agata. Pirotecnico 2 a 2 il finale con i padroni di casa bravi ad uscire dal tunnel, sotto di due gol ad un quarto d’ora dalla fine, e rimettere in sesto una gara che sembrava persa. Ai punti, però, meglio il Città di S.Agata che per gran parte ha condotto ritmo e punteggio. La squadra di Ferrara passa alla mezz’ora con Serio, servito dall’ottimo Cicirello. Dopo un lungo botta e risposta, nella ripresa ancora il S.Agata a segno con Mincica che finalizza una bella manovra condotta sull’asse Serio-Scariolo. Sembra l’epilogo del match ed invece il Milazzo trova la forza di risalire la china. Al 74’ Cannavò accorcia su rigore, poi al 84’ è una perla su punizione di D’Anna a chiudere il match in parità. Città di S.Agata recrimina dunque per l’occasionissima sfumata ma resta comunque in vetta da sola, vista la concomitante sconfitta del San Pio X, 2/0 a  Biancavilla. Esulta, finalmente, il Rocca che trova il primo successo superando a domicilio il Viagrande. Spinella e Ceraolo regalano a Palmeri una fondamentale boccata d’ossigeno.  Pesante battuta d’arresto per il Torregrotta, che naufraga in casa contro il Real Avola. Due gol degli ospiti in mezz’ora mettono subito il match in salita per i torresi, che s’illudono di riaprire i giochi con la rete di Cariolo al 33’. Al 13’ della ripresa Butera chiude i conti. Sonora sconfitta casalinga anche per il Pistunina. Vince lo Scordia con un 5 a 0 che non ammette repliche. Vince il Taormina, 2/1 all’ultimo respiro  sul Belpasso. E’ Trovato a regalare il successo al 90’ agli jonici che appena 5’ prima erano stati raggiunti dopo la rete siglata da Battaglia in apertura di ripresa. Negli anticipi 0 a 0 tra Palazzolo ed Acireale, 2 a 0 la vittoria del Giarre sul Rosolini.