Tortorici, consiglieri in fuga dalle responsabilità

1758

Il tempo sta per scadere. Il consiglio comunale di Tortorici, convocato per dichiarare il dissesto economico dell’ente, negli ultimi tre giorni è stato rinviato per tre volte. Eppure i consiglieri sono chiamati a pronunciarsi e a votare il default entro il 7 ottobre.
Un mese fa il consiglio comunale, dopo l’insediamento del commissario ad acta per il dissesto, si era riunito due volte per discutere del punto, e per altrettante volte era stato rinviato. Adesso altri tre rinvii. Da martedì il consiglio è slittato a mercoledì e da mercoledì  a ieri sera. Alle 21 in aula si sono presentati soltanto quattro consiglieri di minoranza, due di maggioranza e Di Paola, ormai indipendente. Il presidente del consiglio Nunzio Reale ha dunque deciso di rinviare la seduta alle 22 in attesa dell’arrivo dei consiglieri ritardatari. Ma nemmeno un’ora dopo c’era il numero legale. Dei consiglieri di maggioranza in aula se ne sono presentati solo due e la seduta è stata rinviata a stasera alle 21. Ultima ora dell’ultimo giorno concesso dalla Regione.
Insomma una situazione che ha dell’incredibile anche perché il crack dell’Ente è ormai inevitabile. Corte dei Conti e Regione hanno ormai accertato una situazione insanabile per le casse comunali. Gli ulteriori rinvii non la risolleveranno.