Nuova denuncia di Legambiente Longano. Rifiuti pericolosi a Rodì Milici

220
dig

Nuova denuncia del presidente di Legambiente Longano Carmelo Ceraolo. A Rodì Milici, nella zona del campo sportivo comunale, segnalato l’abbandono di  amianto, nelle zone ricadenti nell’alveo di alcuni affluenti del  torrente Patrì, ed in particolar modo in  Via Trazzera, già oggetto di una prima bonifica .  Manufatti  danneggiati e  frantumati in piccoli pezzi sparsi sul terreno, esposti agli agenti atmosferici. “Il loro cattivo stato di conservazione  – scrive Ceraolo – determina affioramenti delle fibre di amianto e fenomeni di liberazione delle stesse. Tale situazione, oltre a causare un gravissimo inquinamento ambientale, produce un inaccettabile rischio per la salute dei cittadini”. Legambiente Longano ha quindi chiesto l’immediato intervento delle autorità competenti.