Calcio mercato, Sam Addamo ritorna in D con l’Igea Virtus

426

Mancano gli ultimi tasselli, gli ultimi colpi e poi finalmente si potrà parlare di stagione che entra nel vivo. Le maggiori formazioni dilettantistiche della provincia, sono da giorni al lavoro con gli organici quasi al completo. Ecco, quasi… Mancano, come detto, i dettagli, quelli che però nella maggio parte dei casi fanno la differenza. A Milazzo si sono messi il cuore in pace: Santo Matinella ha avuto le garanzie che cercava e quindi firmerà oggi il rinnovo con il Due Torri. Conferma che a Piraino non avevano mai messo in dubbio, malgrado Pietro Cannitrà abbia fino all’ultimo, tentato di realizzare il “colpo gobbo”. Invece, Benedetto Bottari, dovrà ricominciare a cercare tra i suoi numeri telefonici, quello giusto. Il centrale di difesa è il tassello mancante per puntare alla serie D, tutto lascia supporre che ci vorranno giorni prima che Giannicola Giunta conosca il suo ultimo discepolo. Restando in Eccellenza, è al lavoro, anche se con qualche giorno di ritardo, il Torregrotta di Carmelo Mancuso, squadra giovane che dovrà sudarsi la salvezza. Per alzare la media potrebbero arrivare gli esperti: Tonino Mento e Charlie Venuti ex Rocca e l’attaccante che però non ha mai fatto la categoria, Marco Calabrese lo scorso anno al Barcellona in Promozione. A proposito nella Città del Longano, Peppe Raffaele sta lavorando alacremente sul campo già da qualche settimana. Due i buchi da colmare: centrocampo e attacco. Nel settore nevralgico potrebbe arrivare già oggi la firma di Sam Addamo (nella foto con la maglia della Tiger Brolo), che fin dal primo giorno è aggregato al gruppo Igeano. Eterna promessa del calcio pattese con tre stagioni nelle giovanili del Catania, poi la D con Akragas e Tiger (lo scorso anno in Promozione all’Iniziativa San Piero Patti). In avanti invece, serve un vero uomo gol, ma non sarà facile trovarlo, i saldi sono ancora lontani. L’uomo d’area di rigore è un giocatore che manca pure nello scacchiere di Antonio Venuto. Il Due Torri, da quello che è dato a sapere, dovrebbe essere anagraficamente molto più giovane dello scorso anno, quindi, partire per una nuova avventura in quarta serie, senza un elemento di categoria che abbia nelle gambe almeno una decina di reti, potrebbe essere un grosso azzardo. Qualche problema anche a Rocca che contava molto sul rinnovo di Tonino Mento. Francesco Palmeri si trova ora con la coperta corta a centrocampo e dovrà per il momento, puntare tutto sulla velocità a discapito della qualità. Infine, Pasquale Ferrara che a Sant’Agata sembra abbia tutti i tasselli al posto giusto. In queste ultime ore, per completare l’organico, il tecnico barcellonese si è anche fatto regalare il giovane difensore Francesco Sciotto. Quando si dice: nato con la camicia…