Amianto sul greto del torrente Brandino, la denuncia di Legambiente

229

“Le aste fluviali che attraversano il territorio di Rodì Milici  trasformate  in vere  e propria discariche  a cielo aperto”. La denuncia arriva dalla sezione del Longano di Legambiente che in questi giorni ha puntato il dito contro lo stato di degrado in cui versa il torrente Patri e che oggi tocca al  torrente Brandino. L’associazione ambientalista denuncia uno smaltimento illegale di rifiuti speciali di ogni genere in particolar modo amianto, depositato insieme ad altri rifiuti speciali sotto il cosiddetto ” Ponte di Ferro” della Statale 185. Si continua a sversare amianto nell’indifferenza di tutti – afferma dichiara Carmelo Ceraolo del circolo Legambiente del Longano – siamo pronti a denunciare come spazi incontaminati siano diventati vere e proprie discariche a cielo aperto. Il denominatore comune è purtroppo lo smaltimento illegale di rifiuti, ma soprattutto la presenza di amianto, materiale nocivo per la salute nonché dalla presenza di micro discariche”.