Strisce blu e parcometri col bancomat. Sicuro che dal 1° luglio non si paga ?

2862

Un post diffuso da un noto sito nazionale di novità normative ha messo in fibrillazione gli utenti della strada di tutta Italia.
La notizia, ovviamente, fa scalpore e riposta una disposizione delle Legge di Stabilità, secondo la quale dal primo luglio tutti i parcometri dovrebbero essere dotati di sistemi per accettare il pagamento attraverso moneta digitale (bancomat e carte di credito).
Secondo il famoso portale, quindi, tutte le contravvenzioni per chi non paga le strisce blu ove non siano stati adeguati i parcometri potrebbero essere nulli.
Ma la realtà pare ben diversa.
Intanto perché la stessa legge parla di obbligo di nuove macchinette, tranne che per non meglio precisate “impossibilità tecniche di adeguamento”.
Ma c’è di più, e basta fare un giro in rete e leggere la norma per capirlo.
Il testo di legge, infatti, prevedeva anche l’emissione di Decreti attuativi per  le regole di armonizzazione alle direttive europee per le commissioni bancarie e  chiarimenti in merito all’interpretazione del concetto di “impossibilità tecnica all’adeguamento” e alla conseguente attività necessaria per l’adeguamento stesso degli impianti. Decreti che non sono stati mai emanati e che quindi non fanno entrare in vigore la norma.
Inoltre, poiché in caso di parcometro non funzionante la legge prevede che si debba cercarne uno che funzioni e quindi pagare, non sembra che in caso di assenza di uno dei modi di pagamento sia possibile esimere l’automobilista dal pagamento.
Del resto, immaginate una norma che blocca il pagamento delle aree di sosta in tutta Italia e le sue ripercussioni per i comuni ?