Home Attualità Capo d'Orlando, la giornata mondiale del rifugiato

Capo d’Orlando, la giornata mondiale del rifugiato

- Advertisement -

Nei locali della Pinacoteca del Comune di Capo d’Orlando, la Giornata Mondiale del Rifugiato alla presenza dei beneficiari dei Progetti Sprar dei Comuni di Capo d’Orlando e Regalbuto, uniti in gemellaggio in una comunione di intenti e buona accoglienza. Presenti, oltre ai sindaci dei Comuni interessati e alla Dirigente dei Servizi Sociali del Comune nebroideo, il Presidente del Consorzio di Cooperative Sociali Sisifo Ente Gestore dei Progetti di seconda accoglienza Domenico Arena e il Presidente della Cooperativa Servizi Sociali Ente promotore della manifestazione e Consigliere di Amministrazione di Sisifo con Delega all’immigrazione Cono Galipò. Una giornata particolarmente ricca di emozioni e di approfondimento su tematiche quanto mai attuali e nel corso della quale si sono susseguiti diversi mirati interventi, tra cui quello del Coordinatore Tecnico del Settore Immigrazione del Consorzio Sisifo, con focus centrato su accoglienza integrata, percorsi concreti di orientamento, accompagnamento sociale e lavorativo per i migranti, legislazione nazionale in materia alla luce delle riforme introdotte con il recepimento delle direttive Europee su accoglienza dei richiedenti protezione internazionale e procedure comuni ai fini del riconoscimento e della revoca dello status di protezione internazionale. La Responsabile del Progetto Sprar di Capo d’Orlando Giusy Galipò introducendo i lavori ha sottolineato l’importanza di una gestione attenta e oculata dei programmi di accoglienza diffusa che guardino sempre a piani individualizzati calibrati sulle esigenze del singolo nella consapevolezza della importanza di rivitalizzate sempre competenze capacità ed emozioni di ogni beneficiario, unici beni, questi, che ciascuno porta con sé nel corso del “viaggio”. Le storie di vita vera e vissuta da alcuni migranti negli anni ospitati e raccontate attraverso la voce degli operatori Sprar, hanno toccato il cuore delle decine e decine di persone, addetti ai lavori e non, presenti all’evento. A Cono Galipò l’onore di presentare il  cortometraggio a tema del Regista Francesco Lama “ Gli Occhi di Amira”  e il Volume  “Con gli occhi dei Bambini “, raccolta di 48 emozionanti disegni di bambini sbarcati tra il 2011 e il 2013 a Lampedusa, ciascuno dei quali accompagnato da un commento di un assistente sociale o di uno psicologo, sociologo o educatore, provenienti da tutta la Sicilia. Il Convegno è stato anche l’occasione per inaugurare la mostra permanente che si terrà sino al 30 luglio 2016 nei locali della Pinacoteca comunale di Capo d’Orlando in Via del Fanciullo 2, dedicata all’accoglienza dei minori e all’interno della quale sono esposti tutti gli elaborati grafici dei piccoli migranti.

- Advertisement -

Più lette della settimana