Home Giudiziaria Venetico, lottizzazione contestata, condanne e polemiche

Venetico, lottizzazione contestata, condanne e polemiche

- Advertisement -

La corte dei conti sezione giurisdizionale d’appello della Sicilia, riformando la sentenza assolutoria emessa in primo grado, ha condannato il sindaco di Venetico, Francesco Rizzo ed il responsabile dell’ufficio tecnico comunale, Salvatore Dario Emmi al pagamento di 45 mila euro ciascuno a favore del comune di Venetico. Nella sentenza emessa il 21 giugno scorso, è stata ripercorsa la vicenda su cui avevano deciso sia il Tar di Catania, che il Cga; in questi procedimenti il comune di Venetico fu condannato a risarcire 143 mila euro a favore della ditta “Astra srl”, a causa del ritardo con cui l’amministrazione comunale aveva concluso il procedimento amministrativo per l’approvazione del piano di lottizzazione convenzionata proposto dalla ditta. Una circostanza che aveva determinato la revoca del finanziamento pubblico che era stato precedentemente erogato. Il sindaco Rizzo, dal canto suo, con una nota del 28 giugno scorso, redatta dal segretario comunale, Giuseppe Torre, ha contestato la lottizzazione e la concessione edilizia rilasciata alla “Astra”, tanto da essere valutata come preavviso di annullamento dei titoli edilizi e della lottizzazione. A questo punto verrebbe meno anche la condanna disposta in appello dalla corte dei conti. Si è detto pronto, poi, ad attivare il ministro dello sviluppo economico per la modifica del titolo del decreto di revoca del finanziamenti, per consentire al comune di recuperare le somme.

- Advertisement -

Più lette della settimana