Home Giudiziaria Processo "Pecunia", assolto in appello Restifo Olivera. Sconto di pena per Sottile

Processo “Pecunia”, assolto in appello Restifo Olivera. Sconto di pena per Sottile

- Advertisement -

Assolto per non aver commesso il fatto. La Corte di Appello di Messina, riformando parzialmente la sentenza di primo grado emessa un anno fa dal tribunale di Patti, ha assolto dall’accusa di usura Marcello Restifo Olivera, di Alcara li Fusi ed ex direttore dell’ufficio postale di Capo d’Orlando coinvolto nell’operazione “Pecunia 2”, scattata nel settembre del 2013. Condanna confermata, anche se la pena è stata ridotta,  per Paolino Sottile, 59 anni di Capo d’Orlando che in primo grado era stato condannato a sette anni di reclusione, 12.000 euro di multa e interdizione perpetua dai pubblici uffici. Oggi, invece, il collegio della corte d’appello di Messina (composto dai giudici Randazzo, Trimarchi e Grimaldi) gli ha inflitto una condanna a 4 anni e sei mesi, 9.000 euro di multa, 5 anni di interdizione e risarcimento delle spese processuali. Ha dunque retto parzialmente l’accusa formulata dalla Polizia di Capo d’Orlando (che all’epoca condusse l’inchiesta) e che si avvaleva della collaborazione di una delle due vittime, il commerciante Antonino Balleriano, costituitosi parte civile con l’avvocato Ernesto Parisi.

- Advertisement -

Più lette della settimana