Home Politica Brolo: completati 20 nuovi loculi al cimitero, il vicesindaco attacca

Brolo: completati 20 nuovi loculi al cimitero, il vicesindaco attacca

- Advertisement -

Sono terminati i lavori di realizzazione di 20 loculi nel cimitero comunale di Brolo. L’intervento ha permesso di mettere fine all’emergenza che si era creata nei mesi scorsi per la cronica mancanza di spazi cimiteriali. “La situazione del cimitero comunale che abbiamo ereditato”- dichiara il vice sindaco Gaetano Scaffidi, che detiene la delega ai servizi cimiteriali, “è veramente indecente ed incredibile. Infatti a fronte di centinaia di posti che giacciono lì vuoti da anni, assegnati/venduti negli anni scorsi, con chissà quali criteri, vi sono decine di cittadini che, sempre negli stessi anni, sono stati costretti a chiedere, a parenti ed amici, in “prestito” un loculo ove tumulare i propri cari. Abbiamo inoltre riscontrato, incredibilmente, anche casi di cittadini che hanno pagato per l’assegnazione di un loculo senza ottenere nulla in cambio, a volte nemmeno un pezzo di carta a poter comprovare l’acquisto. Questa vergognosa situazione”, prosegue l’amministratore, “non è più tollerabile e dovrà finire quanto prima”. Dopo la realizzazione di questi 20 loculi, l’amministrazione brolese ha già deliberato in giunta l’impegno di somme per la costruzione di altri 62 loculi che,in parte, verranno assegnati a coloro che, da più tempo, hanno i propri cari defunti in un posto a “prestito”. “Ma soprattutto – prosegue il vicesindaco – stiamo valutando la concreta possibilità di bandire una gara, in project financing, per la realizzazione di ulteriori 300 loculi”. Stiamo già valutando dei progetti e se, come penso e credo, questo project financing sarà effettivamente realizzabile ed economicamente valido e sostenibile per l’amministrazione, riusciremo a partire già entro la fine dell’anno alla realizzazione dei loculi necessari e, al massimo nel giro di un anno, potremo sistemare definitivamente tutte queste vergognose situazioni di prestito, garantendo ai defunti e le loro famiglie la tutela di un diritto che eticamente non potremmo ammettere di non garantire”.

- Advertisement -

Più lette della settimana