Aro Rifiuti, Capo d’Orlando, Capri Leone, Torrenova, Ficarra e San Salvatore hanno l’appalto

1946

Dopo oltre due anni di procedure tra i comuni ed un anno di iter all’Urega di Messina è finalmente giunta alla fine la fase di transizione tra la gestione dei rifiuti affidata agli Ato e quella che verrà curata dagli Aro. Un periodo che i nuovi ambiti formati direttamente dai comuni, hanno affrontato attraverso ordinanze con le quali si è scongiurata la paralisi del servizio.
Lunedì 31 maggio, infatti, è stata assegnata a Messina la gara per l’affidamento dei servizi di raccolta rifiuti e igiene ambientale, realizzata dall’Aro che comprende i comuni di Capo d’Orlando (centro capofila), Capri Leone, Ficarra, San Salvatore di Fitalia e Torrenova.
L’appalto è stato assegnato all’unica impresa che ha presentato offerta, ovvero l’Ati che vede insieme la Multiecoplast srl, la Onofaro Antonino srl e la Caruter srl. Il ribasso praticato è del 3,5% su una base d’asta di circa 30 milioni di euro.
Così, per i prossimi sette anni, i cinque comuni che si sono consorziati avranno garantito il servizio di raccolta e smaltimento di rifiuti per 28.573.629 euro.