In arrivo il progetto di messa in sicurezza del torrente Mela

0
145

Messa in sicurezza del torrente Mela, rimozione del vecchio tracciato ferroviario. Questo l’oggetto del confronto tra una delegazione del comitato Bastione di Milazzo composta da Stefano Maio, Salvatore Nania e Carmelo Anania ed il capo del genio civile di Messina, ingegnere, Leonardo Santoro. E’ notoria da tempo la grave situazione ambientale del torrente Mela e i problemi che a più riprese, sia nel 2011, quanto il 10 ottobre 2015 hanno vissuto e subito gli abitanti, a seguito dell’esondazione del torrente, con ingenti danni alle abitazioni, alle coltivazioni agricole e ad una azienda artigiana. L’ingegner Santoro ha spiegato che è in corso la progettazione per la messa in sicurezza del torrente Mela, con un progetto esecutivo da completare entro un mese, per un importo di 5.900.000 euro, che prevede la ricostruzione del muro d’argine, cioè il bastione, lo svuotamento dell’alveo e il ripristino dell’area golenale. Santoro ha riferito anche di aver sollecitato i sindaci che hanno competenza sul torrente Mela, a chiudere tutti i varchi di accesso a ridosso degli argini, per interrompere lo scarico illegale di rifiuti e materiale di risulta di ogni genere. E’ stato chiesto poi a Rfi – Rete Ferroviaria Italiana – di rimuovere le pile e il tratto del vecchio ponte di ferro, oramai inutilizzato, che crea e ha determinato di fatto, un impedimento al naturale flusso del torrente. Concluso l’incontro, la delegazione del comitato Bastione, ora, vigilerà affinché in tempi brevi si attuerà il progetto esecutivo per mettere in sicurezza, una volta per tutte, il territorio, dando cosi concrete risposte agli abitanti della frazione.