Capo d’Orlando, estorsione ad imprenditore. Arrestato Franco Mancari (il video)

11618

In quasi un anno sarebbe stato costretto a pagare 30.000 euro ad un estorsore che all’inizio di ogni mese si recava nella sua nota attività commerciale di contrada Piana con la scusa di aver bisogno di soldi per saldare un grosso debito.
La presenza frequente in quella attività di Franco Mancari, già coinvolto nelle operazioni antidroga “Due Sicilie” e “Domino”, non è però passata inosservata agli uomini del commissariato di Polizia di Capo d’Orlando che nelle loro relazioni di servizio hanno annotato la strana frequentazione. Così, dopo aver messo sotto controllo il telefono e posizionato alcune telecamere nei pressi dell’esercizio, hanno raccolto conferme che sono servite soprattutto a convincere l’imprenditore a collaborare.
Nel giro di due mesi gli uomini del commissariato paladino, guidato dal dirigente Giuliano Bruno, hanno raccolto ulteriori conferme e filmato i pagamenti.
Quindi il fascicolo è stato depositato al sostituto procuratore di Patti, Alessandro Lia che adesso ha chiesto ed ottenuto dal Gip Eugenio Aliquò l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.
Questa mattina i poliziotti hanno rintracciato l’uomo, che risiede in contrada Caria Ferro, al confine col comune di Naso e lo hanno tradotto al carcere di Gazzi.
Nel corso delle indagini portate avanti dalla Polizia , l’imprenditore è stato incoraggiato a collaborare dal sindaco Enzo Sindoni e dal presidente dell’Acio di Capo d’Orlando, Enzo Mammana.