Capo d’Orlando, tramonta l’ipotesi di un quarto candidato sindaco

897

Salvo clamorose sorprese dell’ultimo momento saranno tre i candidati a sindaco al comune di Capo d’Orlando. Nei giorni scorsi, infatti, l’area politica nata intorno al gruppo consiliare uscente di Forza Italia ha definitivamente messo fine all’ipotesi di poter creare un quarto polo che si presentasse alle amministrative con un proprio nome per puntare alla poltrona di primo cittadino.
Forza Italia, Muovi Capo d’Orlando, Paladini d’Orlando ed area politica che gravita intorno all’ex deputato regionale Francesco Calanna, hanno quindi deciso di incontrare i tre candidati che hanno già annunciato la loro corsa a sindaco (Franco Ingrillì, Salvatore Librizzi ed Annalisa Germanà) per verificare le basi di un accordo politico per un appoggio a schieramenti esistenti.
Le condizioni poste dal “quarto polo” sono l’assorbimento di alcuni punti programmatici già posti alla base del progetto come l’internalizzazione dei servizi di riscossione tributi, spazzamento delle strade e gestione rifiuti e, ovviamente, un’ampia apertura per rappresentanza in giunta.
Insomma posti nell’esecutivo che nascerà.
A quanto sembra, i tre candidati a sindaco hanno accolto in toto le proposte dei gruppi, ma oggettivamente non sembrano esserci i presupposti per un passaggio compatto del “quarto polo” su un altro nome.
Daniela Trifilò e Renato Mangano sembrano da tempo orientati a sostenere Salvatore Librizzi, mentre Sarino Abate è più propenso a confluire su Ingrillì. Insomma, alla fine, si prospetta il più classico dei “rompete le righe” e la corsa in ordine sparso.
Intanto la campagna elettorale comincia a decollare e per sabato pomeriggio è attesa la prima uscita pubblica di Franco Ingrillì che al cineteatro Rosso di San Secondo, presenterà il suo schieramento e le liste che lo appoggeranno.