Home Giudiziaria Brolo, respinto il ricorso della Campo: "Non può tornare in servizio al...

Brolo, respinto il ricorso della Campo: “Non può tornare in servizio al Comune”

- Advertisement -

Il Giudice del lavoro presso il Tribunale di Patti, Marialuisa Gulino, ha respinto il ricorso presentato da Antonella Campo che chiedeva di essere reintegrata nel suo posto di lavoro al Comune di Brolo dove era impiegata come istruttore amministrativo. La Campo era finita agli arresti domiciliari nell’agosto del 2014 perché coinvolta nell’operazione sui “mutui fantasma” al Comune di Brolo. Dopo la cessazione delle esigenze cautelari, nell’agosto 2015, la Campo aveva chiesto di riprendere servizio, ma l’ufficio procedimenti disciplinari , l’aveva sospesa in via cautelare visto che “la gravità dei fatti contestati non consentiva neppure provvisoriamente la prosecuzione del rapporto”. Contro il provvedimento del Comune di Brolo, la Campo aveva quindi presentato ricorso al Giudice del Lavoro. Nell’ordinanza del Tribunale viene dato ragione all’operato dell’Amministrazione, riconoscendo, per giurisprudenza consolidata, che “ai fini della sospensione facoltativa non è necessario che il dipendente sia già stato rinviato a giudizio, ma è sufficiente che siano in corso indagini preliminari a suo carico e sia stato già esposto a misura cautelare restrittiva della libertà personale”.
Il Giudice del Lavoro non ha riconosciuto sussistente neppure il requisito del periculum in mora per l’accoglimento del ricorso, visto che la Campo non ha dimostrato, tramite documenti, che”il suo stipendio di impiegata costituisca unica fonte di sostentamento per la famiglia”.

- Advertisement -

Più lette della settimana