Favori al gestore di un lido. Avviso di garanzia per due militari della Guardia Costiera ed altre due persone

3687

Sono stati notificati dai Carabinieri della Compagnia di Sant’Agata di Militello quattro avvisi di garanzia, emessi dalla Procura della Repubblica di Patti nei confronti di quattro persone accusate, a vario titolo, dei reati di corruzione, pene per il corruttore, rivelazione segreto d’ufficio e rifiuto atti d’ufficio. Gli indagati sono due militari della Capitaneria di Porto che prestarono servizio negli anni scorsi a Capo d’Orlando, un imprenditore ed un cittadino orlandino. Secondo quanto emerso dalle risultanze investigative dei Carabinieri, nel 2014, un militare dell’ufficio locale marittimo di Capo d’Orlando, avrebbe accettato regalie varie affinché fosse omessa la denuncia di occupazione abusiva di area demaniale a carico del titolare di un lido sul lungomare Andrea Doria. Il pubblico ufficiale, insieme ad un suo collaboratore, oggi entrambi in servizio altrove, avrebbe quindi  proceduto in ritardo al sequestro dell’attività balneare ampliata senza autorizzazione, con conseguente occupazione abusiva di demanio marittimo. Secondo le contestazioni della Procura, il sottufficiale della Guardia Costiera avrebbe inoltre rivelato notizie sottoposte a segreto istruttori e ricevuto, infine, analoghe regalie da un cittadino orlandino, in cambio di aiuto per il superamento dell’esame per il rilascio della patente nautica. L’inchiesta, a quanto risulta, è legata all’ondata di controlli, da cui scaturirono sequestri ed altri verbali amministrativi, condotta dai Carabinieri nell’Agosto 2013 sul litorale di Capo d’Orlando.