Masterplan, la proposta dei Nebrodi: “Distribuire le risorse in base a popolazione e territorio”

485

La rimodulazione delle risorse si è resa necessaria dopo che il Ministero dello sviluppo economico ha dato disponibilità, per il “primo step” del Masterplan, di appena 61 milioni di euro per il biennio 2016-2017, mentre le somme stanziate fino al 2020 sono di 332 milioni di euro. Dei 12 progetti trasmessi per l’area metrpoltiana di Messina, ben cinque sono quelli dell’area tirrenico nebroidea. Si tratta dei progetti relativi alla dorsale dei Nebrodi da Mistretta a Floresta, la parte esecutiva del Progetto Albergo Diffuso, il porto di Santo Stefano di Camastra e la sburocratizzazione di quello di Sant’Agata Militello ed infine il completamento del terzo lotto della scorrimento Patti – S.Piero Patti. Progetti e relative risorse da finanziare nell’ambito del Masterplan della Città metropolitana di Messina vanno distribuiti in base ad un criterio che tenga conto non solo della quota di popolazione ma anche del territorio coperto. E’ questa l’indicazione che l’assemblea dei sindaci dell’area tirrenico nebroidea formalizzerà alla segreteria della città metrpolitana. Una messaggio forte e chiaro che i sindaci nebroidei hanno ribadito nel corso di una riunione presso la sede del Parco dei Nebrodi a Sant’Agata Militello.