Capo d’Orlando, Pdl ed altri tre gruppi politici a caccia di un candidato a sindaco

1015

Riparte daccapo la ricerca di un quarto candidato a Sindaco di Capo d’Orlando.
L’area del Pdl orlandino, che contava in aula su due consiglieri, ha incassato ieri sera il rifiuto dell’avvocato Giuseppe Benedetto a rappresentarla nella corsa alla carica di primo cittadino.
Un rifiuto nell’aria visto che il legale, attuale presidente della Fondazione Piccolo, è adesso impegnato anche nel rilancio della prestigiosa Fondazione Einaudi.
Si riparte, dunque, ma da una base che proverà ancora ad avere una candidatura propria che possa inserirsi tra Franco Ingrillì, Salvatore Librizzi ed Annalisa Germanà che sono gli altri tre nomi attualmente in lizza per il dopo-Sindoni.
Intorno al Pdl, infatti, ci sarebbero altre anime che attraversano i classici steccati della politica sino a raggiungere il centro-sinistra.
Alle riunioni, infatti, partecipano Renato Mangano ed i consiglieri uscenti Sarino Abate e Daniela Trifilò (per il Pdl), i rappresentanti del neo schieramento “Muovi Capo d’Orlando”, quelli di “Paladini d’Orlando”  ed il gruppo vicino a Francesco Calanna, già deputato del Pd alla regione.
I tempi sono stretti ma le quattro “aree” torneranno ancora a riunirsi per valutare l’opportunità di trovare una nuova figura che possa rappresentarla e da sostenere nella corsa a sindaco altrimenti si dialogherà con gli altri candidati in lizza per appoggiare uno di loro.