Incendio a Mistretta. Si aggrava il bilancio, evacuate 9 famiglie

2128

Una notte da incubo quella vissuta da 9 famiglie delle palazzine di via Gramsci nel quartiere Neviera di Mistretta. Una intera palazzina interessata da uno spaventoso incendio che alla fine ha distrutto sette auto e 4 motocicli posteggiati nel garage condominale ed il rischio di esplosioni che potessero danneggiare seriamente la palazzina.
E se alla fine il bilancio conta solo danni materiali e nessuna conseguenza per i residenti lo si deve all’intervento dei Carabinieri che, impegnati in un giro di perlustrazione nella zona, sono riusciti a far scattare l’allarme immediatamente evacuando l’intero edificio prima che il fumo avvolgesse gli appartamenti e sorprendesse la gente nel sonno.
Secondo una prima ricostruzione il rogo è scoppiato intorno alle 23,30,  quando nel quartiere si è sentito un grosso boato e subito dopo le fiamme e il fumo soffocante. Sul posto, per fortuna, si trovava una pattuglia dei carabinieri di Mistretta che tempestivamente ha fatto evacuare la gente dalle loro case.
Poco dopo sono arrivati anche gli uomini del corpo forestale di Mistretta e   poi  due squadre dei vigili del fuoco che sono riusciti ad aver ragione delle fiamme sono alle 6,30 di oggi.
Come detto, alla fine, nel rogo sono state inghiottite 7 automobili, 4 moto mentre la struttura è stata intaccata dal calore. Danni si registrano al solaio ed ai contatori della luce elettrica. Ovviamente tutti i residenti sono stati allontanati e sono ora ospitati da parenti e amici.
Secondo i primi rilievi il rogo è partito da un’automobile parcheggiata all’interno e le fiamme si sono propagate immediatamente distruggendo tutto. L’ipotesi al momento più accreditata dai carabinieri della compagnia di Mistretta guidati dal capitano Filippo LoFranco, è che l’incendio sia dovuto ad un corto circuito elettrico avvenuto nel motore della vettura.